Episodio pilota

 

Questo “posto” nasce 5 anni dopo il mio primo blog. In mezzo, il trasferimento in un’altra città, 5 traslochi,  un gatto nero che si chiama cielo, un uomo che sa di buono (e che qui chiamerò USB) e un cane che fa da filo a tutti noi.

Ma soprattutto lei, Betty Boop, l’alter ego tuttariccieocchigrandi che ogni mattina mi fa l’occhiolino nello specchio del mio bagno.

 

Il fumetto che cammina per strada cercando qualcuno che puntualmente non vede. L’essere contraddittorio che dichiara di amare le verdure TRANNE una mezza dozzina di vegetali ( ovviamente non definibili verdure). Il personaggio ideato negli anni ’30 che sognava di vivere in città e oggi ha scoperto i micro-organismi e la differenza tra compost e umido. La parte irrazionale della manager che organizza tutto sull’agenda dello smartphone, per poi dimenticare lo stesso nei luoghi più impensabili. Il personaggio tridimensionale che stamattina è entrato in ufficio scivolando sul pavimento e domandandosi come altre decine di tacchi riuscissero a camminare con un invidiabile (e incomprensibile) savoir-faire.

A me, a lei e a tutte quelle donne e uomini si sentono Wonder Woman nei panni di Alice nel Paese delle Meraviglie, dedico questo blog e il film di oggi (I sogni segreti di Walter Mitty), che parla di come in ognuno di noi ci debba essere spazio per un fumetto o un super eroe, vero o immaginario che sia:

 

Annunci

One thought on “Episodio pilota

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...