Sì, guidare…….

Stamattina, saltellando con la mia Vuitton tra un “ricordo di Filo” ed una piantina di Lavanda, ho aperto con un click la macchina e ho ingranato la prima. Ho scansato due oche e due agnellini che ogni giorno attraversano il mio cammino e mi sono immessa nella solita strada provinciale, ingranando la seconda. Due curve, il cielo terso che abbraccia le colline, altre due curve e macchie gialle di ginestra che intervallano il verde di vigne e olivete.

Una lieve salita e poi la discesa, quasi a motore spento, con la radio che snocciola il terzo motivo della giornata (rigorosamente italiano e stupidamente orecchiabile). Pensieri zero solo la macchina che va e lo sguardo libero. Ecco sì, proprio così mi sento mentre ingrano la quarta e apro il finestrino con il vento in faccia: una moderna Louise che sfreccia con una station wagon impolverata lungo tornanti che ho imparato a conoscere a memoria. Nessuna amica del cuore combinaguai (Thelma), nessuno da cui scappare e da rincorrere, solo io e Betty che stamattina, stranamente, è silenziosa e leggera.

Talmente leggera da vedere il semaforo rosso all’ultimo istante e frenare di colpo, con la Vuitton che si rovescia mostrando tutta la varietà del suo contenuto: foto ipad iphone imac chiavi, tante chiavi, portafogli, lime per le unghie, sigarette mezze rotte, briciole di biscotti di cani, ricette mediche. Insomma, tutto ciò che dentro ad una Vuitton non dovrebbe esserci. Non importa, riparto e in qualche minuto passo di fronte al mio ufficio; faccio per mettere la freccia e parcheggiare nella solita piazza, ma Betty mi da un leggero strattone e mi sussurra, dai, facciamoci ancora un giretto in libertà prima di andare in ufficio.

Godiamoci questo spicchio di sole che taglia in due il cruscotto e soprattutto la mia neo patente con conseguente sensazioni contrastanti di ansia (Dove mi trovo? Dove devo andare? Come faccio a seguire contemporaneamente le indicazioni di google e quelle del navigatore cinese che puntualmente non coincidono?) e libertà. Perché la patente presa a 18 anni ovviamente non l’ho mai rinnovata e ho dovuto rivivere quell’imperdibile sensazione alla tenera età di 40 anni.

Perché le cose semplici, grazie alla complicità di Betty, ho sempre cercato di complicarle e per imparare (o reimparare a guidare) mi sono accontentata non di una station wagon (cortesemente prestata da USB), ormai denominata familiarmente “transatlantico”.  E questa mattina, mentre mi godo una delle prime guide libere e rilassate, sorrido al ricordo delle due ruote squarciate (sì, bucate mi sembrerebbe un’eufemismo) degli ultimi mesi e al pensiero (fugacissimo) di quando mi hanno rimosso la macchina perché in divieto di sosta e, con grande savoir faire ho chiamato l’ignaro USB affermando che “TI hanno portato via la macchina”.

Non mi importa neppure la direzione da prendere, seguo la strada o forse mi faccio guidare da lei, il che per una maniaca del controllo è tutto dire. Mi scivola addosso anche l’ansia di quando, due ore fa, cercando di parcheggiare alla COOP, ho aggiunto l’ennesimo segno distintivo alla carozzeria del transatlantico (Betty si rifiuta di chiamarli strisce o ammaccature).

Sì, guidare senza fretta o ansia è proprio bello, e mi viene da sorridere alle prime lezioni di guida di qualche mese fa (per fortuna per l’insegnante sono state poche), dove per l’ansia rischiavo di conficcarmi il volante nello sterno e non riuscivo ad allontanare il piede dalla frizione più di qualche millimetro, sempre pronta ad inchiodare.

Dedicato ai neopatentati, a chi come me la patente l’ha dovuta prendere due volte, a chi deve rimettersi in gioco e prende in mano la propria vita, DRIVING LESSONS  (scusate l’ho trovato solo in inglese ma le immagini rendono comunque la situazione)

Annunci

2 thoughts on “Sì, guidare…….

  1. Che meraviglia! Posso immaginarti? Non ti ho mai nascosto che un altro giro su quella adorabile macchina lo rifaccio volentieri! Sempre te al volante, eh!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...