Ferragosto mood

imageFerragosto di un’estate strana. Ho addosso ancora il sapore dei ricci pescati in barca a vela, dei tramonti, dell’orizzonte senza fine quando attracco a Cagliari, causa malessere del quasi inossidabile USB che viene prontamente ricoverato per infezione al Brotzu. E allora il Ferragosto me lo passo da sola, con Betty lievemente nervosa e nostalgica. Le ho spalmato un poco di crema sulla schiena e l’ho spedita alla spiaggia di Poetto, dov’è entrambe, in mood anni ottanta, ci siamo sorprese a ricordare altri Ferragosto.

Spiaggia ligure (sempre la stessa per 15 anni), vasche serali coronate dal gelato al gusto di puffo, braccialetti di perline multicolore venduti in piazzetta, pedalò e boe a non finire, i primi costumi a due pezzi, le schitarrate sul molo, il cinema all’aperto, l’anguria con la sangria, il primo bacio tra le onde che il giorno dopo e’ solo più una pacca sulla spalla e un sorriso sornione, le passeggiate in riva al mare pancia in dentro e culo in fuori (tette mai avute), le occhiate fintamente casuali al bagnino e le amiche che camminano mano nella mano per farsi forza contro l’inevitabile passare del tempo.

Ecco oggi, mentre intorno a me si arrostiscono quintali di porceddi e capre, ho la nostalgia di tutta quella leggerezza, di quelle piccole grandi scoperte che mi stravolgevano la vita.

E in quest’ottica, vi consiglio il finale del primo film “sapore di mare”, che non rientra certo negli imperdibili, ma oggi mi culla con celeste nostalgia.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...